side-area-logo

Copyright 2014
Friday, All Rights Reserved.

susanna bonati
Creativa. Giornalista: Scrittrice
LA PRIMA CARTA AL LATTE
È una carta, con cui i creativi di tutto il mondo potranno sbizzarrirsi a dare vita a prodotti per la comunicazione ad alto contenuto aggiunto.
Publishing, Advisoring, Exhibitions, Creations, Events, Education, Corporate, Shopping Bags
a mia madre "nonostante tutto"
È proprio così! “A mia madre (nonostante tutto)”, è il libro natomi nella testa mentre vegliavo mia madre, morente, nel suo letto di ospedale...

COSA LA STAMPA DICE DI “A MIA MADRE (NONOSTANTE TUTTO)”

A MIA MADRE (NONOSTANTE TUTTO)
“PIÙ CHE UN LIBRO UNA SPREMUTA DI EMOZIONI”

È proprio così! “A mia madre (nonostante tutto)”, è il libro natomi nella testa mentre vegliavo mia madre, morente, nel suo letto di ospedale; e più che un libro, lo definirei una spremuta, un frullato, un assoluto concentrato di emozioni. Dopo che mia madre morì il 5 dicembre 2007, il giorno seguente, mi misi a scrivere, proprio in sintonia con quella “funzione terapeutica” della scrittura che le associo da sempre. Iniziai a tenere un diario giornaliero delle emozioni che presto si trasformò in un tuffo a ritroso verso tutti gli angoli bui di un passato ingombrante che altrimenti non avrei sperato di digerire. Mi ritrovai china a scrivere “di pancia” (come solo so fare) per ore, affrontando questo o quel giorno del mio count down al nuovo anno un ricordo diverso; più o meno doloroso, sempre e comunque in uscita da uno stomaco troppo sazio. Perché il mio libro (il mio primo libro), ha proprio voluto essere questo: un auspicabile count down alla vita sgombra di troppe ombre che la rendevano perennemente notturna. Non è stato catartico come avrei sperato, ma è stato una pietra miliare nella ricostruzione; la mia; nonostante tutto.

 

 

Per acquistare i libro

Per acquistare i libro

 

 

Qualche passaggio dal libro

 
"Possiamo non essere madri o padri, sorelle o fratelli, zii o nipoti, nonni o cugini; ma siamo proprio tutti figli. Tutti abbiamo avuto origine in qualcuno".
 
...
 
"Questo ho sempre immaginato potesse essere 'casa'.
Un luogo-tutto, una coperta calda quando hai freddo, l'immobile che ti sottrae con tenerezza dall'agonia del mal di mare, il ritorno, ciò di cui avere nostalgia. Sicura. Buona Ovattata. Dolce. Accogliente. Mia. Unica"
 
...
 
"Sulla mia mappa, quindi, a un certo punto devo avere ricalcato quel pezzetto di via che mi congiungeva a chi stavo aspettando e cercando da sempre, a chi mi avrebbe fatta ritrovare, ricongiungendomi con me stessa".